Portofino - Cala degli Inglesi - Portofino

INFO

Difficoltà: E in alcuni tratti EE

Segnavia: Due pallini rossi pieni

Altitudine: 286 mslm

Dislivello: 205 metri

Tempo: 2 ore 30 min. A-R

Lunghezza: circa 11 km

Voto:

Attrezzatura consigliata

Scarpe o scarponcini da trekking

Borraccia d’acqua

Occhiali da sole (meglio se specifici da trekking con protezione UV 2/3)

Giacca a vento tecnica o anche un semplice K-way

Bar e ristorante solo alla partenza (Portofino)

Come arrivare

Questo percorso si può affrontare partendo da diverse località, sulla carta dell’ente Parco Portofino si possono vedere le altre soluzioni.

Noi abbiamo scelto di partire da Portofino, da qui il tracciato è un po' più corto e non avendo molto tempo nel pomeriggio scelto ci è sembrata la soluzione migliore.

Per arrivare a Portofino conviene adottare una soluzione treno/bus, posteggiare l’auto è difficoltoso oltre che dispendioso per il costo orario applicato.

Si può quindi prendere il treno, scendere a Santa Margherita e poi il bus che transita nelle vicinanze che porta a Portofino, il capolinea è poco distante da dove inizia il percorso, salendo verso la caserma dei Carabinieri

Descrizione

La prima parte del percorso procede in salita, poco dopo la caserma dei Carabinieri inizia una lunga scalinata in cemento, che prende leggermente quota rispetto al centro di Portofino.

Mentre si sale si ha una bella veduta del golfo di Portofino dall’alto.

Si passa un primo cancello e poi in località Cappelletta un secondo. Si prosegue seguendo le indicazioni per Base O. Un viottolo stretto prosegue fino a località Vessinaro dove un paletto ci indica l'inizio della discesca verso Cala degli Inglesi sulla sinistra.

In località …..  si incontra la deviazione per Cala degli inglesi, il sentiero procede ora su sterrata che lentamente ci porta ad ammirare lo splendido panorama a strapiombo sul mare, da questo punto in poi si procede sempre in discesa, si raccomanda di prestare molta attenzione specie con terreno, molti tratti del percorso sono attrezzati con catene altrimenti impercorribili.

Il terreno potrebbe risultare scivoloso dopo la pioggia, da non affrontare senza idonee scarpe da trekking.

Tutti i percorsi del Parco di Portofino sono ben manutenuti, inoltre la rete è stata recentemente ristrutturata.

La vegetazione che si incontra è tipicamente a macchia mediterranea, l’ultimo tratto prima di arrivare a Cala è costituito da un fitto bosco a lecceta.

Tra le gigantesche rocce di conglomerato si conclude il percorso di andata, a Cala degli Inglesi ci fermiamo un po' per goderci la natura accompagnati dal fragore del mare che si infrange sugli scogli.

Osservazioni del naturalista

Si può trovare dal finocchio marino (Chrithmum maritimum), a piante di piccola dimensione come l’Euforbia spinosa (Euphorbia spinosa), la rara sassifraga spatolata (Saxifraga cochlearis), il  mirto (Myrtus communis), il corbezzolo (Arbutus unedo), Pino domestico (Pinus pinea), Pino marittimo (Pinus pinaster).

La Lecceta: è costituita da boschi puri di Quercus ilex. Gli insetti di maggior interesse scientifico sono lo Pseudoscorpione Chtonius caprai e Petaloptila andreinii, entrambi segnalati in poche altre località liguri, nonchè Chaetonyx robustus ligusticus,

Alcuni approfondimenti su flora e fauna li abbiamo trattati qui:

Il Parco di Portofino