Biografia - il nostro percorso fotografico

Alessandra Rocco Rocco Alessandra

Chi siamo

Difficile descrivere la vera motivazione che ci ha portato a creare un sito di fotografia naturalistica e ci ha avvicinato alla fotografia digitale.

Per cominciare diremmo che è meglio descriverci un po’, siamo marito e moglie che nella vita di tutti i giorni svolgono tuttaltra attività che quella fotografica. Siamo più vicini all’informatica e forse questo spiega la passione per la tecnologia (hardware e software).

Naturalmente questo non poteva bastare ed in effetti i nostri hobby e passioni sono sempre stati focalizzati sulla natura.

Anni di vacanza passati in montagna quando nostro figlio era piccolo ci hanno forse spronati maggiormente a stare a contatto con fiori , piante, animali e luoghi non ancora massicciamente contaminati, per fortuna, dall’uomo.

Parallelamente a questo premettiamo che per anni abbiamo accudito piante cactacee e orchidee sui nostri terrazzi, la costa genovese offre un buon clima.

Abbiamo avuto diversi acquari tropicali che ci hanno regalato molte soddisfazioni e quindi per farla breve la vena naturalistica latente era sicuramente dentro di noi.

La svolta fu rappresentata  dall’acquisto della prima macchina fotografica digitale all’inizio dell’anno 2000, una nikon E4500 con la quale ci accingemmo ad effettuare i primi scatti durante le nostre escursioni.

Così un po’ per gioco un po’ per passione ci accorgemmo che tanti momenti determinati da avvistamenti emozionanti come un bruco che mangia una foglia, un’ ape sui fiori carica di polline o un bocciolo di fiore che stà per schiudersi potevano essere immortalati e riguardati con la semplicità che contraddistingue una macchina fotografica digitale se si possiede un personal computer.

Successivamente l’acquisto della reflex digitale (Canon 350D) ha fatto il resto. La possibilità di utilizzare obiettivi specifici per la macrofotografia ci ha permesso di appassionarci sempre più a questa meravigliosa attività!

Poi siamo passati alla favolosa EOS 40D che introduceva la funzione del Live view (funzione che permette di vedere in anteprima lo scatto e quindi una messa a fuoco più precisa, alzando inoltre in automatico lo specchio). Quest macchina l'abbiamo tenuta come backup ;)

Attualmente stiamo scattando con la nuova canon EOS 7D, che ci è sembrata un'ottima scelta in particolare per la macrofotografia. Anche ad ISO molto elevati (ISO 1600) la quantità di rumore è accettabile e facilmente sopprimibile in PP.

Importante in questa nuova macchina fotografica è la possibilità di gestire i flash in wireless (senza fili), questa funzionalità ci è risultata molto utile (anzi indispensabile) per gli scatti effettuati in grotta.

La funzione Live View sul nuovo schermo più grande aiuta molto nella valutazione dello scatto, permettendo un'analisi migliore del dettaglio.

Rocco Alessandra Rocco Alessandra e Rocco

Attrezzatura:

  • Canon EOS 7D -

  • Canon 100 macro f 2,8 - Sigma 180 mm. APO MACRO DG - SIGMA 15 mm. f 2,8 DG FISHEYE - Canon 24-70 mm f/2,8 L - Canon 300 mm f/4 IS - Canon 70-200 L - Sigma 10-20 f/4-5,6 - Tokina 35 mm macro -

  • Duplicatore Sigma APO EX DG 2X - Duplicatore Canon 1,4X EX III

  • Set Tubi di prolunga KENKO

  • Treppiede Manfrotto 190 XPROB - Testa Manfrotto 410 - Treppiede Manfrotto 724 (per supporto flash, luci led, ecc. ) -

  • Plamp Wimberly - scatto remoto

  • Flash Speedlight 580 EX - Flash Speedlght 430 EX - Flash Speedlght 430 EX II - Diffusore flash - Trasmettitori wireless per flash (30 mt. )

  • Filtri ND e GND

  • Zaino LOWEPRO mini trekker - Zaino Tamrak Expedition 7X -

  • Pannello a 35 LED - Pannello a 126 LED -

  • 2 Pannelli riflettente a 5 facce: 56 cm e 106 cm

Acremar fotografare libellule in una zona umida Alessandra Rocco Alessandra Rocco Alessandra Rocco Osservare libellule in un canneto Alessandra Rocco Alessandra Rocco

©2011 Testo e Foto: Alessandra e Rocco Marciano

Fonti:

Ultimo aggiornamento: